Dott. Fico Alfredo

Specialista in Urologia

Visita urologica – differenze tra maschi e femmine

Se il colloquio con l’urologo durante il quale vengono raccolte informazioni sullo stato di salute del paziente avviene nello stesso modo per gli uomini nonché per le donne, la seconda parte della visita si svolge in modo diverso. Questo perché la morfologia dell’apparato urinario maschile e femminile è diversa ed altrettanto le malattie e le affezioni che i pazienti contraggono.

A tal proposito abbiamo creato la seguente suddivisione:

Visita urologica maschile

Durante la valutazione del paziente maschio (bambino, adolescente, adulto o anziano) viene analizzata la zona bassa dell’addome mediante palpazione con lo scopo di controllare la prostata tramite il canale rettale. Il paziente avverte un lieve fastidio che dopo qualche minuto sparisce.

L’urologo può diagnosticare dopo una visita le seguenti patologie maschili :

  • disturbi o calcoli renali

  • infezioni genitali maschili, cistite interstiziale dovuta a contaminazione batterica o fungina

  • varicocele

  • prostatiti acute o croniche

  • neoplasie (tumori) della prostata, del pene, della vescica, dei testicoli

  • tumori delle ghiandole surrenali o del rene

  • ipertrofia prostatica benigna

  • disfunzione erettile

  • infertilità di coppia

Nella maggioranza dei casi la cura avviene mediate trattamento farmacologico e solo quando quest’ultimo risulta inefficace il paziente deve sottoporsi ad un intervento chirurgico.

Per una diagnosi completa l’urologo può richiedere al paziente di effettuare determinati esami come:

È possibile prevenire le malattie della prostata se le visite con l’urologo avvengono con regolarità annuale e a maggior ragione questo deve accadere quando i maschi superano l’età di 50 anni.

Visita urologica femminile

Ora vediamo come si svolge la visita urologica femminile

Il medico urologo farà una raccolta d’informazioni sullo stile di vita della paziente ed una valutazione sullo stato di salute dell’apparato urinario, per escludere l’eventuale presenza di prolassi della vescica. Quando il paziente rammenta un problema d’incontinenza urinaria il medico si deve assicurare che la causa non è dovuta ad un abbassamento della vescica o dell’utero rispetto alle condizioni normali. Questa anomalia si può verificare nelle donne anziane oppure nelle donne dopo la menopausa.

Dopo aver fatto la valutazione e il controllo tramite palpazione della zona bassa dell’addome il medico può richiede alla paziente di sottoporsi ad uno degli seguenti esami :

Nota bene: in caso di ecografie è consigliato di presentarsi con la vescica piena.

Eseguiti tutti gli accertamenti l’urologo diagnostica e cura patologie come : incontinenza urinaria, cistite interstiziale, infezioni o infiammazioni delle vie urinarie, calcoli nelle vie urinarie (uretra, vescica, ureteri o reni), cancro delle vescica.

Nel nostro poliambulatorio potete prenotare in regime privato visita urologica maschile, visita urologica femminile o esami diagnostici ecografici.

Orario Segreteria e Prenotazioni

Lunedì – Venerdì 08:00 – 20:00 
Sabato 08:00 – 13:00

Compila pure il modulo per chiedere informazioni o prenotare una visita

Hai bisogno di una Visita con un Medico Specialista in Urologia a Roma?